Giornata della Memoria – Roberto Franchini presenta “L’ultima nota”



I campi di sterminio nazisti avevano una loro colonna sonora. Ad Auschwitz, Terezin, Buchenwald e Dachau si faceva musica per molti motivi. Le SS imponevano ai prigionieri di accompagnare le torture, le marce verso il lavoro o le camere a gas con brani strumentali. Le piccole o grandi orchestre allestite nei lager servivano per intrattenere gli aguzzini nel fine settimana o per sostenere la propaganda nazista. Nei campi di sterminio si incontrarono musicisti di grande valore che riuscirono a produrre opere di notevole qualità.

Roberto Franchini, Modenese, è laureato in Storia Moderna a Bologna, con una tesi sull’economia modenese dopo l’Unità d’Italia, negli anni Settanta è stato direttore del centro culturale Angelo Fortunato Formiggini e della rivista Quaderni Modenesi. Giornalista professionista, è attivo da trent’anni nel campo dell’informazione e della comunicazione; attualmente è Direttore dell’Agenzia di Informazione e Comunicazione della Regione Emilia-Romagna.

Intervista a cura di Pierluigi Senatore.

 

info e prenotazioni: biblioteca@comune.correggio.re.it oppure chiamando lo 0522693296

 

Maggio 2022
LMMGVSD
       1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31      
« Apr   Giu »
torna all'inizio del contenuto