Biblioteca di Luzzara ''C. Zavattini''

tutte le NOTIZIE  e gli AGGIORNAMENTI relativi al CENTRO CULTURALE ZAVATTINI sul sito

www.fondazioneunpaese.org

  • AGENDA
  • ORARIO
  • INFORMAZIONI
  • BIBLIOTECARI
  • MEDIAGALLERY
26/03/19 - 09/05/19, Luzzara, Biblioteca comunale, ore 20.45

LUZZARA / PATRIMONIO CULTURALE

CINQUE INCONTRI di formazione VOLONTARI
per accoglienza e assistenza turistica locale
un progetto a cura di Fondazione Un Paese con il patrocinio di Comune di Luzzara in collaborazione con Pro Loco Luzzara
// ISCRIVITI!
5 INCONTRI / GRATUITI / APERTI A TUTTI
Centro Culturale Zavattini, Viale Filippini 35, 42045
Luzzara | RE
tel. 0522 977612 / biblioteca@fondazioneunpaese.org
www.fondazioneunpaese.org link

26/03/19 - 26/04/19, Luzzara, Biblioteca comunale

Luzzara 1400, quasi 1500!

Plastico in scala della Luzzara dei Gonzaga

ECCEZIONALMENTE in mostra, dal 26 marzo al 26 aprile 2019

Il plastico riproduce il nucleo fortificato del paese, ambientato nel XV-XVI secolo.
Realizzato da Stefano Mora col contributo di Mirko Anselmi e Lorenzo Davoli

26/04/19, Luzzara, Biblioteca comunale, ore 20.45

LUZZARA, UN PAESE E LA FOTOGRAFIA

LUZZARA PATRIMONIO CULTURALE | 5° incontro
LUZZARA, UN PAESE E LA FOTOGRAFIA
conduce Simone Terzi

LUZZARA
PATRIMONIO CULTURALE
CINQUE INCONTRI GRATUITI e APERTI A TUTTI
di formazione VOLONTARI per accoglienza e assistenza turistica locale
un progetto a cura di Fondazione Un Paese
con il patrocinio di Comune di Luzzara
in collaborazione con Pro Loco Luzzara

tel. 0522 977612
biblioteca@fondazioneunpaese.org
www.fondazioneunpaese.org link

27/04/19, Luzzara, Biblioteca comunale, ore 17.00

GIULIO AMADASI Un fotoamatore fra Boretto e l'Europa

Riportando alla luce un archivio privato, composto da lastre stereoscopiche prodotte tra il 1910 e il 1930 conosciamo il fotoamatore, finora sconosciuto, Giulio Amadasi.
Verrà presentato la mostra e il relativo catalogo che raccoglie il materiale scattato tra Boretto e l'Europa.

L'incontro è condotto da Laura Manione e Daniela Buraia in collaborazione con Bottega Photographica e bottega del tempo libero.

Mostra a cura di Laura Manione e Monica Benassi.
27 aprile - 11 maggio
allestita negli spazi del Centro Culturale Zavattini
visitabile negli orari di apertura del centro link

28/04/19 - 06/06/19, Luzzara, Biblioteca comunale, ore 11.00

L’EREDITÀ RIVELATA. Un paese, il suo teatro // fotografie di Collettivo Fotograficamente 35

INAUGURAZIONE / domenica 28 aprile 2019 ore 11.00

La coltre di polvere che si deposita sui muri, sui pavimenti, sugli oggetti, è sinonimo di silenzio, di vuoto. A duecento anni dalla sua fondazione riapre le porte il piccolo Teatro Sociale di Luzzara, nato tra le luci degli spettacoli e caduto nell’ombra del disuso. Agli sguardi del gruppo fotografico COLLETTIVO FOTOGRAFICAMENTE 35 Luzzara è stato affidato il compito di immergersi nello stupore della riscoperta, quella di un nuovo spazio ricco di intimità e di relazioni con il passato.

CF35, nato nel 2015 è un collettivo di appassionati e fotografi, che si propone di coltivare ed esplorare la fotografia come canale di espressione personale e sociale, Con il Centro Culturale Zavattini condivide progetti e ispirazioni.

Mostra fotografica
28 APRILE / 09 GIUGNO 2019
La mostra sarà visitabile sabato e domenica
mattina 10.30 / 12.30
pomeriggio 15.00 / 18.30

INGRESSO LIBERO

Progetto a cura di
Collettivo Fotograficamente 35
in collaborazione con
FONDAZIONE UN PAESE

nell’ambito di FOTOGRAFIA EUROPEA 2019 – CIRCUITO OFF
https://www.fotografiaeuropea.it/

la MOSTRA si terrà presso il
TEATRO SOCIALE LUZZARA
DANILO DONATI
Piazza Tedeschi, 6 / 42045 Luzzara RE link

28/04/19, Luzzara, Teatro Sociale, ore 21.00

HANS

Lo spettacolo è il risultato di un laboratorio didattico svolto nelle scuole con attori professionisti, il direttore artistico di NovaTeatro e la collaborazione di Istoreco e ripercorre una storia di amicizia capace di superare le differenze religiose e sociali e di opporsi all'odio diffuso dalla guerra.

Con: Domenico Ammendola, Filippo Bedeschi, Carolina Migli Bateson, Matteo Vignati
Regia: Gabriele Tesauri

Scene e costumi: Francesca Tagliavini
Movimenti di scena: Cinzia Pietribiasi
Registrazioni: DVA Studio
Tutor: Valentina Donatti
Organizzazione: Carlotta Ghizzoni, Giulia Guerzoni
Produzione: NoveTeatro link

09/05/19, Luzzara, Biblioteca comunale, ore 20.45

CESARE ZAVATTINI, Sempre avanti di qualche passo

LUZZARA PATRIMONIO CULTURALE | recupero del 1° incontro
CESARE ZAVATTINI, SEMPRE AVANTI DI QUALCHE PASSO
conduce Simone Terzi
LUZZARA. PATRIMONIO CULTURALE
CINQUE INCONTRI GRATUITI e APERTI A TUTTI
di formazione VOLONTARI per accoglienza e assistenza turistica locale
un progetto a cura di Fondazione Un Paese
con il patrocinio di Comune di Luzzara
in collaborazione con Pro Loco Luzzara

tel. 0522 977612
biblioteca@fondazioneunpaese.org
www.fondazioneunpaese.org link

18/05/19, Luzzara, Teatro Sociale, ore 21.30

PARLIAMO TANTO DI ME

di e con Marco Morellini
tappeto sonoro di Fabio Vidali

“Buon dio, grazie di avermi dato il profilo greco, ma grazie soprattutto di avermi creato umorista.”

È questa la premessa che apre lo spettacolo Parliamo tanto di me costruito sui testi di Cesare Zavattini, in particolare il suo primo romanzo, da cui lo spettacolo prende il titolo.
Un vero e proprio viaggio nell’aldilà con tanto di guida di dantesca memoria. Certo non sono presenti gli alti e tormentati personaggi della divina commedia; le sofferenze, i dubbi e rimpianti appartengono a un universo di poveri cristi che altro non fanno se non raccontare, relazionare, riflettere ad alta voce: parlare parlare parlare: la parola che allontana il buio.
È così che, attraverso paradossi e situazioni limite, si narra di un viaggio nell’oltretomba che tocca tutti i grandi temi che assillano l’uomo: la vita, la morte, la fede, la donna, la terra, senza mai dimenticare l’umiltà e la follia che tanto caratterizzano Zavattini.
Le atmosfere si alternano e le immagini si moltiplicano, fra momenti di ilarità e riflessioni sulla guerra, sulla speranza, sul tempo e il ricordo per lasciare spazio di espressione all’entusiasmo e al disincanto padani.

produzione di Fondazione Atlantide – Teatro Stabile Verona / Centro di Produzione Teatrale link

25/05/19, Luzzara, Teatro Sociale, ore 21.30

FURORE

la MUSICA di Simone Massaron e le IMMAGINI di Dorothea Lange
Performance Live

“Ho voluto raccontare il suono della polvere, quella sospesa nell’aria del romanzo Furore di John Steinbeck o la polvere sotto i piedi nelle fotografie di Dorothea Lange. Questo disco è la colonna sonora di un libro, la musica che ho sentito in quelle immagini.”

La presentazione dei 14 brani del disco Furore di Simone Massaron lascia ampio spazio all’improvvisazione. L’ascolto è impreziosito dallo scorrere sullo schermo di una selezione di immagini di Dorothea Lange e schermate nere che si fondono alla musica, creando momenti ad elevata intensità emotiva. La sequenza di proiezione – gestita dallo stesso Massaron – segue una logica narrativa che si rifà al libro di Steinbeck, una sorta di descrizione del viaggio, della migrazione forzata dalle Grandi Pianure e della sua triste conclusione.
Le immagini sono state selezionate dalla Library of Congress e dall’archivio dello CSAC di Parma, partner del progetto. link

 

Orario di apertura

 

lunedì 9:00 - 12.:30

martedì 15:00 - 18.30

mercoledì 9:00 - 18:30  orario continuato


giovedì 15:00 - 18:30  20:30 - 22:30

venerdì 15:00 - 18:30

sabato 9:00 - 12:30




 


L’organizzazione degli spazi, la raccolta

Il patrimonio documentario della biblioteca è organizzato in tre sezioni principali, ognuna collocata in una distinta sala del centro culturale: la sezione ragazzi,  che suddivide i libri in funzione delle diverse fasce d’età, la sezione narrativa adulti e la sezione saggistica. Nella raccolta si distinguono poi alcune importanti specificità, legate all’eredità intellettuale e artistica di Cesare Zavattini: la sezione dvd - avviata a fine 2007 - che conta oggi circa 350 titoli e significativi risultati in termini di prestito; una sezione fotografia, incrementata in modo sostanziale negli ultimi anni, che si riallaccia alla tradizione inaugurata da Paul Strand con Un paese (Einaudi, 1955) e proseguita con altri grandi nomi della fotografia italiana e internazionale; una specificasezione naïves, che documenta attraverso monografie e cataloghi la straordinaria stagione del naïfismo italiano; e infine una sezione dedicata a Cesare Zavattini, aperta al recupero di tutta la sua produzione e agli scritti che analizzano la sua opera, con importanti prime edizioni e rarità di pregio.

Con la riorganizzazione degli spazi e la risistemazione del patrimonio librario della biblioteca, è stato poi individuato e recuperato un numero consistente di volumi donati alla biblioteca da Zavattini. Il Fondo Cesare Zavattini, composto da circa 2000 volumi, costituisce un’indubbia ricchezza del Centro Culturale: è costituito da libri autografati dagli autori e regalati al nostro concittadino che a sua volta li destinava alla Biblioteca; da libri con appunti e riflessioni dello stesso Za e libri che semplicemente gli sono appartenuti. Dopo una prima fase che ha visto il recupero, il riordino e la sistemazione in spazi e arredi adeguati, la catalogazione di questo fondo e la sua conoscenza diventano un obiettivo non secondario. Grazie all’intervento diretto dell’Istituto Beni Culturali della Regione Emilia Romagna, si prevede di dare seguito alla valorizzazione del fondo, attraverso un progetto di studio e di catalogazione che permetterà di avere a disposizione schede analitiche e immagini digitalizzate dei vari documenti.

Chiunque può usufruire dei servizi della biblioteca, che offre libero accesso all’informazione, alla lettura ricreativa, alla documentazione pratica e professionale. L’iscrizione è libera e gratuita, senza limiti di età, di residenza o nazionalità.

Tra i vari servizi che si possono trovare: prestito libri e dvd, consultazione internet, consulenza bibliografica e nelle ricerche, attività di promozione alla lettura, consulenza e supporto nel percorso scolastico, informazioni culturali, quotidiani e riviste, servizio fotocopie e fax.

Servizi ad evidente beneficio degli utenti, che da una molteplicità di proposte e di materiali vedono arricchite le proprie possibilità di scelta e ricevono nuovi stimoli per nutrire e allargare i propri orizzonti culturali.

 

 

 
  • Mariacristina Dorigo
    Bibliotecario

  • Marianna Facchini
    Bibliotecario

  • Simone Terzi
    Bibliotecario
    Responsabile biblioteca e coordinamento attività culturali